Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) è stato istituito in forma singola.
Il SUAP prevede il modello organizzativo rappresentato in figura:

ORGANIZZAZIONE SUAP PEDARA


Responsabile del SUAP: ha la responsabilità dell'intero procedimento amministrativo ed ha il compito di emettere il provvedimento finale autorizzativo.

Responsabile di sportello:gestisce i procedimenti attivati dal SUAP come Responsabile del singolo procedimento, mentre il Responsabile del SUAP si limita a detenere la responsabilità unica e a gestire risorse, tempi e compiti del SUAP.


Responsabile dei contenuti (CMS): si occupa, dove presente, della gestione e dell'aggiornamento dei contenuti del portale.

Responsabile di endoprocedimento: è una figura appartenente agli Enti coinvolti nella gestione dell'endoprocedimento; emette il parere o esegue le verifiche in merito alla richiesta inviatagli dal Responsabile del procedimento.

Il progetto SSU (Sistema regionale degli Sportelli Unici) è stato realizzato con i fondi della misura 6.05 del POR Sicilia 2000-2006 fondo FESR; mentre il progetto Diffusione del Sistema regionale degli Sportelli Unici (E-SSU) è stato avviato dai Dipartimenti Regionali delle Attività Produttive e Bilancio e Tesoro della Regione Siciliana con lo scopo di mettere in atto, rispettivamente, le seguenti linee di intervento nell'ambito del Programma Operativo FESR 2007-2013:

•7.1.2.3 - "Rafforzamento degli Sportelli Unici per le Attività Produttive";

•4.2.1.3 - "Sviluppo di sistemi di competitive intelligence a livello di settore, finalizzati a consentire alle imprese un più facile accesso alle innovazioni di prodotto e di processo rilevanti nel settore di riferimento".
L'obiettivo primario è massimizzare la diffusione, sul territorio siciliano, del modello del SUAP, che è stato formalizzato nello standard regionale nell'ambito del progetto SSU (Sistema regionale degli Sportelli Unici, realizzato nell'ambito del POR Sicilia 2000-2006) e che si sostanzia nella predisposizione dei modelli dei procedimenti amministrativi, nella definizione dei modelli organizzativi di riferimento e nella realizzazione di un sistema informatico a supporto dei procedimenti di competenza del SUAP. Il Sistema regionale degli Sportelli Unici è un sistema informatico a supporto degli Sportelli Unici per le Attività Produttive (SUAP) presenti sul territorio della Regione, comprendente una componente informativa dedicata alle imprese interessate ad investire in Sicilia e un'infrastruttura a supporto degli Enti Locali per la gestione dei procedimenti in ambito SUAP.

Gli obiettivi finali del progetto sono:
•Fornire alle Imprese un sistema informatico per la presentazione della Domanda Unica;

•Fornire agli Enti Locali un sistema informatico di supporto ai procedimenti di Sportello Unico per le Attività Produttive e di monitoraggio dell'iter procedurale;

•Fornire alle Imprese e agli Enti Locali lo standard di procedure, adempimenti e modulistica valido per il territorio regionale, eventualmente aggiornato sulla base delle specificità locali.

Il SUAP, attraverso lo sportello telematico, come definito dalla LR 5/2011 che recepisce il DPR 160/2011, assolve il suo triplice ruolo informativo, promozionale e amministrativo, occupandosi di:


•Fornire le informazioni, la modulistica e gli adempimenti necessari per lo svolgimento delle attività produttive di cui al comma 1, art. 2 del DPR 160/2010 e per la presentazione delle domande telematiche;
•Verificare e gestire l'iter procedimentale delle domande uniche presentate dall'impresa;
•Trasmettere le pratiche telematiche e la relativa documentazione agli altri Enti coinvolti nel procedimento;
•Acquisire le autorizzazioni, i pareri, le concessioni e i nulla osta degli uffici comunali e delle altre amministrazioni pubbliche coinvolte;
•Fornire informazioni all'imprenditore circa lo stato di avanzamento delle pratiche da egli presentate;
•Gestire le comunicazioni con l'Impresa e con gli Enti pubblici coinvolti;
•Convocare le Conferenze di Servizi fra gli Enti terzi quando è necessario acquisire intese, nulla osta, concerti o assensi di diverse amministrazioni pubbliche e richiedere le integrazioni documentali alle Imprese;
•Emettere il provvedimento finale autorizzativo, quale titolo unico per la realizzazione dell'intervento e per lo svolgimento delle attività richieste;
•Offrire informazioni utili allo sviluppo delle attività imprenditoriali: opportunità, agevolazioni, marketing territoriale.

Al SUAP sono attribuite, altresì, le competenze dello sportello unico per l'edilizia produttiva, ai sensi del comma 6, art. 4 del DPR 160/2010.

Il SUAP e le altre amministrazioni che intervengono nel procedimento, come specificato dal comma 2, art. 4 del DPR 160/2010, adottano modalità telematiche di trasmissione dei documenti e di comunicazione: gli interessati presentano al SUAP territorialmente competente le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni, i relativi elaborati tecnici e allegati concernenti l'attività produttiva di interesse. Il SUAP provvede, allora, all'inoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni coinvolte.
Gli altri uffici comunali e le amministrazioni pubbliche diverse dal comune, che sono interessati al procedimento, non possono trasmettere, al richiedente, atti autorizzatori, nulla osta, pareri o atti di consenso, anche a contenuto negativo, comunque denominati e sono tenute a trasmettere immediatamente al SUAP tutte le denunce, le domande, gli atti e la documentazione a esse eventualmente presentati, dandone comunicazione al richiedente.


Infine, compito del SUAP è di porre a carico dell'interessato il pagamento delle spese e dei diritti previsti da disposizioni di leggi statali e regionali vigenti, nelle misure ivi stabilite, compresi i diritti e le spese previsti a favore degli altri uffici comunali, secondo i regolamenti comunali, provvedendo alla loro riscossione e al loro trasferimento, anche in via telematica, alle amministrazioni pubbliche coinvolte nel procedimento stesso, ai sensi dei commi 13 e 14 dell' art.4 del DPR 160/2010.

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) si pone come strumento di semplificazione dei rapporti tra Pubblica Amministrazione e Imprese e ha come scopo principale quello di semplificare le procedure per il rilascio di autorizzazioni necessarie a chi svolge attività produttive, sia esso cittadino o persona giuridica dei paesi della comunità Europea o extra UE.

I principi normativi fondamentali sono contenuti nel D.Lgs. 112/1998, con cui lo Stato ha conferito alle Regioni e agli Enti Locali le sue funzioni e compiti amministrativi relativi alla localizzazione, realizzazione e ampliamento d'impianti produttivi di beni e servizi, ivi incluso il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie, concernenti le materia dell'agricoltura, foreste, artigianato, industria, energia, miniere e risorse geotermiche, commercio, turismo ed industria alberghiera.

Il DPR 447/1998 ha meglio formalizzato le funzioni dello Sportello Unico e ha introdotto le norme di semplificazione dei procedimenti autorizzatori, mentre il DPR 160/2010, recepito dalla LR 5/2011, ha ulteriormente semplificato e riordinato la disciplina sul SUAP, ai sensi del comma 3, art. 38 del DL 112/2008.

Il SUAP, così come specificato dal comma 1, art. 2 del DPR 160/2010, è l'unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano a oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli concernenti le azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento nonchè cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al D.Lgs. 59/2010.

Il SUAP, quindi, costituisce l'unico punto di accesso per il richiedente e fornisce una risposta unica e tempestiva in luogo degli altri uffici comunali e di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento, ivi comprese quelle preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, del patrimonio storico-artistico o alla tutela della salute e della pubblica incolumità (comma 1, art. 4 del DPR 160/2010).

 

Imposta sulla pubblicità, diritti sulle pubbliche affisioni e norme di applicazione. 

La pubblicità esterna effettuata attraverso forme di comunicazioni visive ed acustiche nei luoghi pubblici, è soggetta ai sensi sel Dlg 507/93 al versamento d i un imposta ovvero ad un diritto a favore del Comune nel cui territorio sono effettate.
Per informazioni inerenti ai versamenti dell'imposta sulla pubblicità e sui diritti delle pubbliche affissioni rivolgersi all'Ufficio Tributi in Via Bellini n. 54 Sant'Agata Li Battiati.
il conto corrente postale per il pagamento dell'imposta sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni è il numero 42980367 intestato a: Tesoreria Comunale di Sant'Agata Li Battiati - Iban IT58i0103016995000001542568
Per l'effettuazione di tutte le forme pubblicitarie è necessaria apposita autorizzazione comunale da richiedere all'ufficio Tributi mediante l'utilizzo di appositi modelli da ritirarsi presso il medesimo ufficio oppure scaricare da questo paginaLa domanda per la posa di impianti pubblicitari, d'esercizio e non, deve essere presentata (completa degli allegati previsti) in bollo da € 16,00 presso l'ufficio protocollo del Comune.
Per il ritiro dell'autorizzazione è necessario munirsi di numero 1 marca da bollo da € 16,00

E' dovuto un diritto d'istruttoria par a € 50,00 per le istanze relative all'installazione di mezzi pubblicitari da versare sul conto corrente n. 15902950 intestato a Tesoreria Comunale

Volantinaggio: presentare istanza con allegato copia del volantino - effettuare versamento di € 2,06 al giorno per persona che effettua il volantinaggio

Orario di ricevimento: martedì dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:00 alle ore 18:00 - Giovedì dalle ore 09:00 alle ore 12:00. 
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
personale di riferimento: sig.ra Rosa Rizzo - sig. Santo Luca Trombetta

tel. 0957501315

 

 

amministrazione trasparente

 

La Sezione dell'Amministrazione trasparente raccoglie diverse informazioni ed è intesa come "accessibilità totale" delle informazioni, così come previsto dal Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, entrato in vigore il 20/04/2013, avente per oggetto il Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Scopo di questa Sezione è dunque quello di diffondere e rendere facilmente reperibili per cittadini e utenti i dati e le informazioni che riguardano i diversi aspetti dell'organizzazione e delle attività del nostro Comune per favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

Le informazioni sono organizzate in sotto-sezioni, in conformità allo schema contenuto nella tabella allegata al decreto citato e  saranno fornite nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto d'ufficio, di segreto e di protezione di dati personali.

Le informazioni saranno pubblicati progressivamente fino al soddisfacimento di quanto previsto.


amministrazione trasparente

Per la consultazione utilizzare i sotto-menu 

 come incanto mini L'Amministrazione Comunale offre la possibilità alle nuove iniziative imprenditoriali di avere un spazio promozionale in questo portale web. Chi interessato è invitato a contattare: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Attachments:
Download this file (come-incanto.jpg)come-incanto.jpg[Ludoteca]0 kB

In quest'area: raccolta contenuti del portale di maggiore interesse per il cittadino.